Il Mototurismo è un altro modo di vivere la moto.

E' per questo che abbiamo deciso di creare questa rubrica per condividere le nostre esperienze di viaggio con tutti voi.

Se anche tu vuoi pubblicare il tuo Diario di Viaggio, mandaci una mail all'indirizzo info@ducatiridersclub.it con i questi dati: Viaggiatore-Viaggio-Anno del Viaggio-Luoghi Visitati-Diario di Viaggio. Le immagini devono avere una risoluzione massima 800x600 px

Motoviaggiatori del DRC

Viaggiatori: Sandro, Maria Rosaria, Marco Stealth e Giuseppe Diesel Power!

 Viaggio:  week-end in Sila 22-23 ottobre 2016 Novello e Castagne

 Anno: 2016

Km Percorsi: 850

Luoghi Visitati: Castello Federiciano di Roseto Capo Spulico – Abbazia di S.Maria del Patire a Rossano – Lago di Cecita – Camigliatello Silano – Cosenza – Monte Botto San Donato – Parco Nazionale della Sila – Lago Arvo e Lago Ampollino – Longobucco.

 


Diario di Viaggio: il secondo viaggio organizzato dal DRC…un gruppo di amici che  attraversano la Puglia per arrivare nella vicina Calabria accolti dall’immenso castello di Roseto Capo Spulico a ridosso sul mare…percorrere le curve delle strade montane del Parco Nazionale della Sila, nei colori variopinti dell’autunno, ammirando i paesaggi naturali, i laghi immensi, gli interminabili boschi di castagneti… arrivare fin sopra l’abbazia di S. Maria del Patire dove una leggera nebbia rende quasi surreale e incantato il posto...camminare sul corso di Camigliatello tra profumi, odori, sapori, musica e risate…perdersi ad ammirare gli scorci di una Cosenza antica, assaporare i prodotti tipici e passare dall’antico al moderno di questa incantevole cittadina…e poi ancora curve tra sole, colori, nuvole, pioggia, risate e complicità tra amici mentre si riprende la strada di ritorno a casa promettendoci di continuare a viaggiare insieme!

 


Viaggiatori: Sandro e Maria Rosaria

Viaggio:  Liguria – Provenza, Savoia, Alpi francesi e Costa Azzurra.  5200 km

Anno: 2016

Km Percorsi: 5200 km

Luoghi Visitati: Liguria – Provenza, Savoia, Alpi francesi e Costa Azzurra.

 

 


 Diario di Viaggio: dal Salento sull’interminabile e noiosa autostrada percorsi 2200 km a/r interrotti solo per una breve visita all’incantevole borgo arroccato di Civita di Bagnoreggio nel Lazio, per poi scaricare la moto dal ns. furgone direttamente in Liguria e percorrere 3000km tra curve, passi, gole, borghi medievali, laghi e città del sud della Francia.Partiamo con due giorni tra Portovenere, le 5 terre (di cui la più bella è Vernazza), PortofinoRapallo e Acquario di Genova fino a raggiungere e percorrere la Provenza e la Savoia due tra le più belle regioni francesi, a passeggiare tra le stradine di borghi medievali come Entrevaux dove non si può fare a meno di visitare anche il bellissimo museo privato di moto d’epoca; Avignone l’antichissima città dei papi; Annecy con la sua parte antica attraversata da canali simile a Venezia e affacciata sull’immenso lago omonimo; Marsiglia col suo porto antico, il bellissimo forte di Saint-Jean, la Cattedrale Major e la basilica di Notre dame de la Garde arroccata su un colle e i suoi pittoreschi villaggi di pescatori sul litorale; Grasse la città dei profumi dove è obbligo visitare almeno una delle antiche fabbrica/museo/profumiere e comprare un profumo francese; la costa azzurra soffermandoci al Principato di Monaco e Montecarlo, percorrendo il circuito di F1 e ammirare i famosi casinò; a Valensole alla ricerca degli ultimi campi di lavanda ancora in fiore in questo periodo; Briancon una cittadina fortificata considerata la più alta della Francia; l’antico forte Redoute Marie Thérèse.

Ma la parte più bella del viaggio è stata: percorrere in moto lunghissime strade montane tutte di curve, come la route des grandes alpes o la route de napoleon, paesaggi che passavano dal verde intenso a un nero lunare per condurti piacevolmente in poco meno di mezz’ora da una temperatura di 30° a 8° ;  fiumi, cascate, laghi, colli altissimi, attraversare la vasta foresta rimasta selvaggia che porta fin sopra al Massiccio del Semnoz, le bellissime gole rosse di Daluis e quelle turchesi del Verdon, salire i tanti passi come il Gran San Bernardo e il Piccolo San Bernardo situati tra i confini di Francia, Italia e Svizzera, colli spettacolari come quello De La Cayolled’Izoard, dell’Iseran, della  Maddalena, de Vars fino a portare la nostra bandiera e il nostro adesivo sulla strada più alta d’Europa:  col de La Bonette.

Tra tante avventure, piccoli imprevisti ma tanto divertimento e la nostra Multistrada “Escape” compagna inseparabile di tantissime esperienze che in terra francesce ha compiuto i suoi primi 50.000km, siamo contentissimi di aver aggiunto un altro pezzo sul puzzle dei nostri meravigliosi viaggi in moto!


Viaggiatore: Stefano-Claudio Angelo-Roberto-Andrea-Sergio-Salvatore-Tonio-Andrea-Gianni-Franco

Viaggio:  Spagna

Anno: 2016

Luoghi Visitati: Barcellona-Zaragoza -Valencia-Alicante-Toledo-Madrid-Granada-La Linea-Gibilterra-Jerez-Lantejuela

Diario di Viaggio: 



Viaggiatore: Club DRC

Viaggio: Week End sul Pollino 02-03 aprile 2016

Km Percorsi: 750

Luoghi Visitati: Civita - Passo dello Scalone-Scalea- Papasidero-Rifugio Fasanelli-Piano Ruggio

Diario di Viaggio: Diario di Viaggio: Il primo viaggio del DRC Lecce ribattezzato “gita scolastica”  proprio perché si è ricreata la magia che si vive solo da ragazzini in gita di V superiore per i momenti di spensieratezza e allegria passati insieme tra risate, complicità, racconti e tante curve nel meraviglioso territorio del Pollino, per ritrovarsi a visitare paesini in cui si ritorna indietro nel tempo, in cui è la natura spettacolare a predominare e la genuinità della gente che si incontra; la promessa che ci siamo fatti è stata: “il primo di tanti da fare insieme”…

 



Viaggiatore: Sandro e Mariarosaria

Viaggio:

Anno:

Luoghi Visitati:

Diario di Viaggio:



Viaggiatore: Gianluigi

Viaggio: Stelvio 

Anno: 2012

Luoghi Visitati: Passo Dello Stelvio; Passo Pordoi; Passo Sella

Diario di Viaggio: Lo Stelvio è uno tra i passi che non possono mancare ad un motociclista. Io per questo viaggio ho impiegato una settimana. la partenza è stata prevista l'ultima settimana di maggio ed il tempo è stato abbastanza clemente. Tanta neve in vetta, ma a valle la temperatura  era piacevole.

Il passo che mi è piaciuto di più è stato il Pordoi e la Marmolada, per me i più belli d'Italia.

Viaggio che consiglio a tutti, anche perchè in questi si mangia benissimo